In bicicletta per aiutare ambiente, cuore e articolazioni

Tanti benefici sulle due ruote, che favorisce il benessere di corpo e mente


di Marina Bocca
Area motoria Dipartimento di Salute Mentale e Medicina del lavoro

 

Anche ASST ha dato il suo contributo al Comune di Mantova nel lancio delle attività che avranno luogo a Mantova, dal 16 al 22 Settembre, in occasione della European Mobility Week, la settimana europea della mobilità. Le amministrazioni pubbliche sono le principali responsabili della promozione e dell’organizzazione della mobilità sostenibile. “Più sostenibili” è quindi l’obiettivo principale sotteso alle attuali strategie e soluzioni per la futura mobilità. La sostenibilità deve essere il fulcro di tutte le politiche e le strategie tese a un sistema di trasporti più sostenibile in termini di ambiente (CO2, inquinamento atmosferico, rumore) e di competitività (congestione), ma comunque attento alle preoccupazioni sociali.

Gli interventi e le manifestazioni sono finalizzati a ridurre la presenza degli autoveicoli privati negli spazi urbani. Così, si vuole favorire la mobilità alternativa che in ordine d’importanza viene svolta a piedi, in bicicletta, con i mezzi di trasporto pubblico e con i mezzi di trasporto privato. Tema dell’edizione 2018 è la “Multimodalità” con lo slogan “Cambia e vai”. La Multimodalità fa riferimento alla scelta  di diversi mezzi di trasporto sia all’interno di uno stesso spostamento che di spostamenti diversi (ad esempio a piedi o in treno). Questo concetto invita a ripensare il modo in cui ci si muove in città e sperimentare e supportare metodi di trasporto alternativi. Il suggerimento è quello di muoversi scegliendo i mezzi di trasporto sulla base delle reali necessità.

Ma perché potrebbe essere così utile l’utilizzo della bicicletta anche dal punto di vista fisico? Ecco alcuni motivi che incentivano ad usarla  rispetto ad un motore.

CUORE E NON SOLO Sicuramente la prima parte del corpo che giova dell’allenamento in bicicletta è il cuore. Il muscolo cardiaco infatti, attraverso un’attività costante, è in grado di diventare più forte e di resistere maggiormente alla fatica. Proprio grazie a ciò la frequenza cardiaca diminuisce e anche la pressione, nel tempo, si abbassa. Dunque la bicicletta può essere considerata un vero anti-ipertensivo naturale! E i benefici non finiscono qui. A giovarne sono anche i capillari. La bicicletta è infatti capace di migliorare la circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori, aiutando a prevenire la formazione di gonfiori alle gambe. E che dire dei muscoli? Attraverso questo meraviglioso sport è possibile tonificare, senza ingrossare troppo, polpacci, glutei e muscoli lombari della colonna vertebrale.

DIMAGRIRE PEDALANDO La bicicletta  è lo sport dimagrante per eccellenza. Le due ruote rappresentano un’attività aerobica e quindi indicata per chi vuole perdere peso. Il nostro organismo comincia a bruciare i grassi dopo circa 20-25 minuti di attività fisica. Le calorie bruciate dipendono dall’intensità della pedalata, dalla lunghezza e dalla difficoltà del percorso. Ad un buon ritmo, ovvero quello che ci consente comunque di fare una breve chiacchierata ogni tanto, si bruciano circa 400 calorie all’ora. Attenzione però alla costanza. Solo con un’attività regolare e una corretta alimentazione è possibile perdere peso.

ARTICOLAZIONI PROTETTE  La particolarità della posizione che si assume quando si pedala fa in modo che la bicicletta sia indicata anche per chi soffre di patologie come la lombalgia. Più del 50 per cento del peso corporeo infatti si scarica sui glutei e sulla sella senza stressare le ginocchia, il femore e le caviglie. Ecco perché è uno sport adatto anche alle persone anziane (attenzione all’equilibrio) e con qualche chilo di troppo.

POCHE CONTROINDICAZIONI Anche se la bicicletta, come abbiamo visto, non ha particolari controindicazioni, è utile ricordare che prima di intraprendere un’attività fisica è opportuno consultare il proprio medico. Infatti se non si è mai fatto sport è importante procedere per gradi. Per non incorrere in sforzi eccessivi è consigliabile munirsi di un cardiofrequenzimetro, uno strumento venduto anche in farmacia, attraverso il quale è possibile monitorare e calcolare la frequenza cardiaca in relazione all’intensità dello sforzo.

E ANCORA… La bicicletta rende felici, perché pedalare abbassa lo stress e diminuisce la depressione. L’attività fisica promuove il rilascio di endorfine nel sangue che provocano una piacevole sensazione di benessere.

Inoltre, i benefici che la bicicletta regala alla salute sono superiori ai rischi degli incidenti stradali e dell’esposizione agli inquinanti atmosferici, mentre l’inattività fisica e lo smog sono tra i principali fattori associati alle morti in Europa, con 500mila ogni anno.

Nessun commento

I commenti sono chiusi

Archivi
Categorie
Iscriviti alla newsletter