Nuove cure al Poma per i pazienti resistenti ai farmaci

All’ospedale di Mantova nuovi medicinali contro l’epilessia non ancora prescrivibili nel Sistema Sanitario Nazionale

 

di Francesca Beccaria
Responsabile Struttura Gestione delle Problematiche sull’Adolescenza

 

Il Servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’ASST di Mantova è sede di un Centro Regionale per l’Epilessia riconosciuto come Centro di Livello Avanzato dalla principale Società Scientifica che si occupa di epilettologia, la LICE-Lega Italiana Contro l’Epilessia. All’interno del Centro oltre all’attività clinica si svolge attività di ricerca, spesso in collaborazione con altri Centri italiani, che porta a pubblicazioni su riviste indicizzate e attività di sperimentazione clinica con particolare riferimento ai farmaci antiepilettici.

Attualmente sono in corso quattro diversi studi per alcuni dei quali è ancora aperto l’arruolamento dei pazienti. In genere si tratta di studi che coinvolgono altri Centri Italiani ed Europei e che rappresentano per i pazienti con epilessia in età evolutiva l’opportunità di utilizzare nuovi farmaci, altrimenti non ancora prescrivibili all’interno del  sistema sanitario nazionale.

Circa i 2/3 dei pazienti con epilessia rispondono ai farmaci antiepilettici mentre un terzo corrisponde alla quota dei farmacoresistenti. La sperimentazione clinica si rivolge soprattutto a tali pazienti dando la possibilità di avere a disposizione farmaci già utilizzati all’estero e non ancora in Italia o non ancora prescrivibili in età evolutiva.

I protocolli si basano su evidenze scientifiche di possibile efficacia e scarso impatto di effetti collaterali e consentono di raccogliere dati utili al fine di poter utilizzare in un numero più ampio di pazienti farmaci potenzialmente utili. Trattandosi di età evolutiva particolare rilievo viene dato alla valutazione dei possibili effetti neuropsicologici con valutazioni seriate.

Gli studi sono promossi da case farmaceutiche, sono approvati dal Comitato Etico e i proventi che ne derivano confluiscono in un fondo per essere utilizzati in attività di aggiornamento.

Nessun commento

I commenti sono chiusi

Archivi
Categorie
Iscriviti alla newsletter