Una nuova macchina cuore-polmone per la Cardiochirurgia

L’apparecchiatura, del valore di 120.000 euro, si affianca a quella attualmente a disposizione della Rianimazione Cardiochirurgica

Il 24 luglio 2019 è entrata in funzione nella sala operatoria della Cardiochirurgia di Mantova una nuova macchina cuore-polmone o CEC (Circolazione Extra-Corporea), un apparecchio elettromedicale che garantisce la sopravvivenza dei pazienti sostituendo temporaneamente le funzioni cardio-polmonari.

L’apparecchiatura, del valore di 120.000 euro, è stata acquistata con i fondi propri dell’ASST di Mantova, completa di cardioplegia, al fine di ridurre i processi metabolici e degradativi delle fibre cardiache, e di apparecchio per l’ipo-iper termia in grado di raffreddare o di riscaldare il sangue del paziente in circolazione extracorporea.

L’apparecchiatura si affianca alla CEC attualmente a disposizione della Rianimazione Cardiochirurgica ed acquistata nell’agosto del 2014. A completamento della dotazione della Cardiochirurgia verrà acquistata, entro febbraio del 2020, una terza CEC da utilizzare nella sala delle urgenze e come back up per le altre due.

 

Nella foto in alto l’équipe della Cardiochirurgia insieme al direttore Manfredo Rambaldini (secondo da sinistra)