Un ospedale a misura di bambino grazie ai volontari di Abio

Kit di accoglienza, libri e giochi per i piccoli pazienti. A dicembre il corso per imparare ‘accoglienza, intrattenimento e supporto’ ai bimbi e ai familiari della struttura di Pediatria

di Gloria Farri
Presidente ABIO

 

ABIO-Associazione Bambino in Ospedale Mantova Odv opera nell’ambito del Dipartimento Materno-Infantile, in particolare nella Pediatria della sede di Mantova di ASST, ormai da più di 20 anni. La mission principale dell’associazione è quella di rendere più lieve per le famiglie e i piccoli degenti il periodo passato in ospedale. L’idea nasce ormai più di 40 anni fa a Milano, da un gruppo di volontari guidati da professionisti del settore che rivoluzionarono il ricovero pediatrico, credendo fortemente in un approccio “a misura di bambino” ; l’idea si è rivelata vincente e la rivoluzione si è effettivamente verificata.

Oggi Abio conta 5.000 volontari presenti in 200 reparti italiani. A Mantova, per il 2019, sono attivi 45 volontari che si occupano di accoglienza, intrattenimento e supporto, dividendosi su 13 turni settimanali dal lunedì al sabato. In particolare il volontario Abio apre quotidianamente la sala ludica “Abeobolla” per consentirne l’accesso ai piccoli utenti non allettati, raggiunge quelli allettati nelle loro stanze portando giochi, libri e altro.

Il progetto più importante che Abio sostiene in totale autonomia ormai da maggio 2016, è il KIT accoglienza che viene consegnato ad ogni famiglia ricoverata e che contiene ciabattine per il genitore, spazzolino/dentifricio, colori, libro illustrato “che ci faccio in ospedale”, fazzolettini e una guida al reparto, ideata di concerto col personale sanitario e tradotta in 4 lingue (inglese, francese, spagnolo e arabo).

Ogni anno Abio destina parte del suo 5×1000 all’acquisto di nuovi giochi per la ludoteca e il pronto soccorso, in modo che ci sia constante rinnovamento e sostituzione dei materiali offerti. Nel 2019, in particolare, ha stanziato una cifra aggiuntiva volta al rinnovo dei materassini presenti nella zona ludica riservata ai più piccini. Inoltre, da un’importane collaborazione con la catena Giunti, Abio ha ottenuto un ingente quantità di nuovi libri per bambini e ragazzi che ha deciso di distribuire nel 2020 a vari punti di interesse infantile della provincia (poli vaccinali , studi pediatrici, ospedali della provincia) secondo le indicazioni che verranno fornite dall’ASST stessa.

L’intento di Abio è quello in primis di essere presenti mettendo a disposizione il tempo dei suoi volontari, e di portare avanti, adeguandosi ai tempi e alle esigenze, l’idea originaria di un ospedale all’altezza del bambino. Abio ogni anno investe tanto anche nella formazione dei propri volontari e a tal proposito si segnala che è in partenza il corso per nuovi volontari il prossimo 14 dicembre.