Recovery.Net: laboratori e rete di sostegno per una Psichiatria di comunità

L’iniziativa che vede la collaborazione fra ASSt, università e associazioni del territorio punta al recupero dei pazienti e alla costruzione collettiva di progetti

Di Piero Antonio Magnani
Direttore Area Salute Mentale ASST Mantova

 

Recovery.Net è un progetto di psichiatria di comunità, finanziato dalla Fondazione Cariplo nell’ambito del Bando Welfare in Azione, per il triennio 2019-2021. Vede al suo interno una sinergia tra partner pubblici (ASST Mantova e ASST Spedali Civili di Brescia), privato sociale, associazionismo e tre università milanesi (Politecnico, Università degli Studi Bicocca ed Università Cattolica). La realtà mantovana vede come partner, oltre alla ASST (Struttura Complessa di Psichiatria Mantova 1 e R.E.M.S. di Castiglione), Sol.Co Mantova e due associazioni attive sul territorio mantovano nell’ambito della Salute Mentale (Alba O.D.V. e Oltre la Siepe).

Recovery.Net ha l’intento di favorire la costruzione e attivazione di una rete (net) di sostegno, relazioni ed opportunità attorno agli utenti dei servizi di Salute Mentale favorendo un percorso individuale di ripresa/recupero individuale (recovery). Il concetto di recovery, che negli ultimi anni si sta affermando quale paradigma di riferimento nell’ambito della salute mentale, pone enfasi sulle risorse individuali di ogni utente, sulla possibilità di scelta, autodeterminazione e responsabilità, per favorire il raggiungimento di una vita piena e soddisfacente nonostante la malattia psichiatrica.

Il progetto si muove inoltre sul fronte della coproduzione (Lucchi, 2018; Maone e D’Avanzo, 2015). L’aspetto del “costruire assieme” ha permesso la nascita, in modo interamente coprodotto e condiviso, dell’impianto progettuale (allo stesso tavolo erano presenti operatori dei servizi, utenti, familiari, università e terzo settore). Il potenziale generativo del progetto è determinato dal mettere insieme diverse persone, professionalità, bisogni, idee ed esperienze di vita in un processo di co-produzione di servizi e opportunità in favore degli utenti, con l’obiettivo sociale e comunitario di contribuire a combattere lo stigma legato alle problematiche di salute mentale.

Il progetto, che è articolato in complesse e differenti azioni, prevede l’attivazione sul territorio mantovano di due colab (COllaborative LABs cioè laboratori collaborativi). All’interno di questi spazi fisici, inseriti nella dimensione comunitaria (per Mantova in zona Valletta Valsecchi e per Castiglione in via Ordanino), il lavoro congiunto di operatori, utenti, familiari e terzo settore genererà progetti, corsi di formazione e nuove opportunità per utenti, familiari e per la cittadinanza.

Parallelamente è in corso una azione di sperimentazione di percorsi individuali di utenti con lo strumento della Recovery Star™. In una fase successiva, grazie al lavoro dei Colab, i servizi sperimenteranno alcune pratiche innovative quali il recovery college, cioè una serie di corsi e opportunità formative e risocializzanti, volte ad offrire opportunità e stimolare il protagonismo degli utenti coinvolgendo realtà ed associazioni presenti sul territorio. Infine, il progetto, nel suo intento è “di tutti” e vuole aprirsi a contributi e “contaminazioni” anche esterne alla salute mentale.

Per informazione sul progetto: Francesco Benelli, Psicologo ASST Mantova (CPS Castiglione d/S) francesco.benelli@asst-mantova.it; Daniela Ferretti, Educatrice ASST Mantova (CPS MN) daniela.ferretti@asst-mantova.it; Laura Orlando, Psicologa ASST Mantova (CPS MN) laura.orlando@asst-mantova.it; Alessia Sempreboni, Psicologa ASST Mantova (REMS Castiglione d/S) alessia.sempreboni@asst-mantova.it. Per approfondimenti sul progetto e sulla recovery: http://welfareinazione.fondazionecariplo.it/it/project/recoverynet/33/.

 

Nella fotografia un momento della conferenza stampa