In ricordo di Giuseppe Voltolini

In circostanze come questa le parole sono fragili perché è difficile racchiudere la figura di Giuseppe in poche parole.

Tutti noi abbiamo conosciuto Giuseppe circa 20 anni fa al tempo in cui l’Istituto Oncologico Mantovano cominciò ad organizzare corsi di formazione per volontari e proprio venerdì scorso, tre giorni fa, Giuseppe ricordava, con orgoglio, la sua partecipazione al 1° corso di formazione assieme ai medici dell’oncologia. Da allora ha accompagnato ed è stato maestro per decine e decine di volontari sia al momento del loro ingresso sia ascoltandoli e fornendo suggerimenti e preziosi consigli sia nella predisposizione dei turni mensili. Lui stesso copriva i turni più “difficili” quelli domenicali o delle festività natalizie, pasquali.

La vita, come per tutti noi, l’aveva messo alla prova (la scomparsa della moglie, la malattia cardiaca che lo costringeva a ripetuti ricoveri, il timore della solitudine) prove però che Giuseppe che ha sempre affrontato con coraggio e determinazione  con la consapevolezza profonda che la vita non si attraversa ad occhi asciutti.

Sempre in prima linea non gli apparteneva il protagonismo al quale anteponeva l’impegno umile, ma tenace a favore delle persone che soffrono. Il suo sguardo e il suo sorriso limpido, aperto, cordiale sono rimasti immutati negli anni così come immutata è rimasta la sua semplicità e gentilezza. Sapeva fare spazio dentro di sé all’ascolto, all’accoglienza, alla vicinanza per questo lo ricorderemo con immenso affetto, gratitudine e riconoscenza.