Dissezione coronarica, la Cardiologia conduce uno studio europeo

I professionisti del Poma coordinatori per l’Italia della ricerca su questa patologia rara, coinvolti oltre cento centri

La Cardiologia dell’Ospedale di Mantova, guidata da Corrado Lettieri, è Centro coordinatore per l’Italia di uno studio europeo di una patologia rara: la dissezione coronarica spontanea. L’obiettivo è saperne di più sui fattori predisponenti e definire la migliore terapia in fase acuta e cronica, al fine di implementare delle linee guida che aiutino tutti i professionisti ad ottimizzare la gestione clinica dei pazienti affetti da questa patologia. Sono stati coinvolti oltre cento Centri in tutta Europa. Corrado Lettieri vanta la pubblicazione della terza casistica al mondo con 134 casi ed esperienza clinica e di ricerca scientifica sull’argomento.

L’attenzione degli studiosi – precisa lo specialista – è aumentata negli ultimi anni: di questa patologia piuttosto rara si conosce ancora troppo poco. Colpisce prevalentemente giovani donne senza fattori di rischio cardiovascolare, e mentre sono noti i fattori precipitanti come ad esempio l’intenso sforzo fisico o lo stress emozionale, non si conoscono ancora approfonditamente tutti i fattori predisponenti. La patologia esordisce nella maggior parte dei casi con un infarto miocardico acuto dovuto all’occlusione di una o più arterie coronarie come conseguenza della dissezione spontanea”.

Conclude Lettieri: “lo studio permette il confronto e l’interazione con le realtà internazionali più avanzate in questo settore; analizzeremo i casi grazie ad analisi biologiche centralizzate a livello europeo e seguiremo clinicamente i pazienti fino ad almeno cinque anni dopo l’evento acuto per cercare di individuare sia eventuali test diagnostici precoci che la migliore strategia di trattamento in fase acuta e a lungo termine”.

 

Nella fotografia l’equipe di Cardiologia